vasca per disabili con maniglione

Col passare del tempo, le persone anziane vanno incontro a problemi di autosufficienza e anche i gesti quotidiani più semplici possono trasformarsi in enormi difficoltà.

La non autosufficienza limita la vita e la libertà, impedendo all’anziano di comportarsi come preferisce.

Questa condizione può provocare stress, ansia e stanchezza mentale e si ripercuote negativamente sulla persona interessata.

È possibile agire per cambiare in meglio la qualità della vita degli anziani non autosufficienti e anche di chi gli sta vicino per prendersene cura.

VOGLIO MAGGIORI INFORMAZIONI

Problemi degli anziani non autosufficienti

La non autosufficienza dipende da vari fattori e il più delle volte, è collegata alla naturale fase d’invecchiamento. Ma quali possono essere i problemi dell’anziano?

Difficoltà motorie

L’anziano non autosufficiente con difficoltà motorie ha problemi a muoversi da solo e deve utilizzare strumenti come stampelle, carrozzine o, nel peggiore dei casi, restare allettato.

Alla base di questi problemi ci possono essere malattie degenerative legate all’età come l’artrosi e la debolezza muscolare, oppure, per la presenza di protesi post operatorie.

Difficoltà cognitive

Chi soffre di difficoltà cognitive ha problemi ad orientarsi nell’ambiente in cui vive, a riconoscere luoghi e, a volte, le persone che lo circondano.

Si tratta di problemi che richiedono l’aiuto di professionisti specializzati e che non possono essere risolti in autonomia. Per fare un esempio pratico, l’anziano potrebbe non riconoscere un oggetto che deve usare o il motivo per il quale dovrebbe compiere un’azione.

Difficoltà sensoriali 

L’avanzare dell’età può compromettere le funzioni sensoriali, per cui l’anziano può non vedere o sentire bene, al punto da rendere necessario un aiuto per semplificare la vita.